Location e studi fotografici. Eventi, moda, arte, design, entertainment, fiere, convention. Creatività, progetti e servizi 

cerca
  • Superdesign Show 2018 - Presentazione
  • Superdesign Show 2018 - Application
  • Superdesign Show 2018 - Regolamento

SUPERDESIGN SHOW 2018

Superstudio Più – Via Tortona 27 – Milano
 
Press Preview 16 Aprile 2018, ore 10-20 (solo stampa)
17-21 Aprile 2018, 10-21 22 Aprile 2018, 10-18
 
 
Se la mission di Superdesign Show verso qualità, eccellenza, ricerca e il concept originale “meno fiera, più museo” rimangono immutati, il tema comune che caratterizza ogni edizione si rinnova: quest’anno è ONLY THE BEST, il manifesto programmatico proposto da Gisella Borioli.
 
La selezione si concentra e valorizza i grandi nomi, i progetti innovativi, le tendenze del lifestyle, le soluzioni tecnologiche che migliorano l’ambiente e la vita di ogni giorno, i paesi da sempre in prima fila nel design di qualità come il Giappone, e i centri emergenti del nuovo design, come un sorprendente Egitto.
 
“Sento molto l’avvicinarsi dei vent’anni di Superstudio Più e dell’aver portato fin dal 2000 al nascente Fuorisalone un nuovo modo di comunicare il design e di ‘fare fiera’ complementare e alternativo alle fiere di settore, ma non meno importante. Per guardare al futuro senza rinnegare il passato ogni anno cerco di riprogettare totalmente l’evento Design calibrandomi sulle ultime tendenze, sulle intuizioni, sulle proposte più significative. La svolta del 2018 si chiama ‘Only The Best’, e per questo ho voluto nuovamente accanto, come art director e protagonista, Giulio Cappellini.
Sono 4 i punti cardinali, i progetti più attesi e estesi che accenderanno Superstudio: la super mostra personale di Nendo, forse il più acclamato studio di design; il brand internazionale ad alta tecnologia e sostenibilità Dassault Systèmes con un progetto di Kengo Kuma; la mostra Smart City prolungata fino a metà maggio sempre al Superstudio Più, e il Superloft, la casa che tutti vorremmo avere con i top brand del design italiano”, sintetizza Gisella Borioli.
 
SUPERLOFT
Il Superloft immaginato da Cappellini è una abitazione immaginaria ma reale, cool ed eclettica, colta ed elegante, con la partecipazione dei più interessanti protagonisti del design Made in Italy e dei maestri artigiani che sanno creare cose belle e preziose. Una casa che unisce e vede convivere assieme i pezzi iconici dei più importanti brand dell’arredo, in un connubio tra contemporaneità e visione. Tutti gli ambienti di una ipotetica abitazione in cui una famiglia possa realmente abitare verranno esplorati. Dal living alla wellness-room, dalla cucina alle camere da letto, dalla veranda agli spazi di servizio. Un superloft appunto, la cui idea è quella di creare una abitazione internazionale: che potrebbe stare a Parigi, così come a New York a Berlino o Shanghai.
 
"Oggi sempre più le persone vogliono vivere ed abitare in una casa che rispecchi la loro tradizione, cultura, identità. Ho cercato di creare un ambiente di ampio respiro che non sia solo uno status da esibire, ma che racconti il piacere di vivere in spazi accoglienti, circondati da oggetti belli, ora discreti ora gridati, che diventino presenze fondamentali nella nostra esistenza" dichiara Giulio Cappellini.
Partecipano a Superloft: Boffi, Cappellini, Designers Guild, Flaminia, Fontanot, Icone Luce, Linvisibile, Living Divani, Magis, Meisterwerke, Oikos, Orsoni, Pecchioli Firenze, Poliform, Poltrona Frau, Salvatori, Trend Group, Vetrerie di Empoli, Wave Murano Glass. E i designer: Michael Anastassiades, Ron Arad, Ronan e Erwan Bouroullec, Achille e Pier Giacomo Castiglioni, Tom Dixon, Rodolfo Dordoni, Silvia Fanticelli, Renzo Frau, Ron Gilad, Konstantin Grcic, Jaime Hayón, Piero Lissoni, Shi-Chieh Lu, Alessandro Mendini, Jasper Morrison, Nendo, Neri & Hu, Elisa Ossino, Marco Pagnoncelli, Andrèe Putman, Philippe Starck, Leonardo Talarico, Marcel Wanders, Norbert Wangen.
Superloft vivrà anche di sera, oltre l’orario di chiusura, con inviti a cena privati in questa sofisticata casa tutta d’autore. Una fruizione diversa per condividere le emozioni del design con rapporti di amicizia e di business.
 
LA MEGA MOSTRA DI NENDO
Straordinaria, spettacolare, sensoriale, “Nendo: forms of movement” è la mostra proposta dal pluripremiato e sempre attesissimo studio giapponese Nendo, icona indiscussa del design contemporaneo, che quest’anno condurrà lo spettatore attraverso un labirinto misterioso: in uno spazio di oltre 800 mq, 10 concept basati sull’idea  di movimento, che nasce dalla funzione, dal materiale o dal metodo di produzione di un oggetto. L’esposizione metterà in mostra non solo i prodotti finali, ma anche modelli e bozze, in un affascinante viaggio nel cuore della creazione del design.
 
ANCORA GIAPPONE
Il Giappone ama Superstudio. Oltre a Nendo, infatti, arriva in Central Point un’intera enclave di aziende affermate, startup e hub di promozione del design Made in Japan, per un percorso attraverso lo spazio e il tempo, i contrasti fra la tecnologia più spinta e le tradizioni millenarie.
Kawai, in collaborazione con l’artista della luce Takahiro Matsuo, mette in scena l’installazione poetica “Crystal Rain” nella quale un pianoforte a coda trasparente, nato per celebrare i novant’anni dell’azienda, galleggia su uno specchio d’acqua generando a ogni nota una cascata di luce.
Yokohama Makers Village, il network di aziende altamente specializzate nella lavorazione del metallo situato nell’area di Yokohama, torna con Reflection/Shadow a esplorare le caratteristiche del materiale in un gioco di riflessi e schermature.
Japan Design Week, il festival di design nipponico promosso dalla Design Association npo si trasferisce a Milano. Al centro della scena, i vincitori della competizione che si è tenuta a Hirosaki City sul tema della “mela”, che diventata lampada, poi tavolo, sedia, sandali, kimono. E una serie di filmati che raccontano la Design Week in varie città del Giappone.
Torna al Superstudio Più Budbrand, realtà dedicata al sostegno della futura generazione di designer giapponesi, che presenta un progetto ispirato al tema delle “Celebrations”, con oggetti-regalo pensati per portare gioia a chi li riceve. Completano l’enclave giapponese Yoy, giovanissimo e pluripremiato studio di design di Tokyo, che espone tre nuovi accessori, due lampade e un orologio da parete, e presenta in prima assoluta l’edizione aggiornata e riprogettata di uno speaker innovativo che unisce elementi sonori e visivi.
Il percorso si conclude con un omaggio a uno dei più importanti designer giapponesi del 20° secolo, “Homage to Kuramata”, poetica installazione a cura di Giulio Cappellini, da sempre ammiratore del lavoro di Shiro Kuramata (1934-1991): in un letto di rose ritroviamo le forme curvilinee della celebre cassettiera, i materiali trasparenti, l’acrilico e la rete d’acciaio che smaterializzano l’oggetto e sfidano la forza di gravità.
 
AMBIENTE E TECNOLOGIA
Con la mostra “Design in the Age of the Experience”, Dassault Systèmes propone una installazione iconica che sintetizza il concetto di “Design for Life” e risponde al problema crescente dell’inquinamento dell’aria. Nel tentativo di contrastare questo problema ambientale e sociale, Dassault Systèmes ha proposto a Kengo Kuma and Associates di realizzare un progetto esperienziale che sfrutti al meglio l’uso di soluzioni anti-inquinamento già esistenti.
 
INNOVAZIONE DEI MATERIALI E TESSUTI
Superdesign Show è ricerca e innovazione anche sui materiali contemporanei, sostenibilità e nuove tecnologie con i due progetti, Materials Village e Smart City, curati da Material ConneXion Italia, che tornano ampliati e rinnovati per l'edizione 2018. Materials Village, format di successo ormai consolidato, quarto anno consecutivo al Superstudio Più, ospita oltre 20 aziende connesse al mondo dei materiali e dei processi produttivi d’avanguardia. Ogni anno Materials Village propone un allestimento di grande impatto, quest’anno raddoppia presentando nell’Art Garden due grandi installazioni dedicate al tema della sostenibilità e della materia. Studio Marco Piva firma una scenografica torre di materiali che mostra i materiali alla base di un progetto architettonico, mentre un’altra installazione d’eccellenza sul tema dell’economia circolare è curata dal celebre designer Yona Friedman per CONAI e i Consorzi di Filiera per il riciclo degli imballaggi. Tra le tante novità, spicca anche la partecipazione di un nome di eccellenza come PUMA con il MIT Design Lab di Boston, che insieme presentano un progetto di ricerca su un tessuto performante che reagisce in base alla percentuale di inquinamento atmosferico.
 
In tema di materiali, il percorso continua attraverso l’esposizione di Polyrey, azienda francese specializzata da oltre 60 anni nella produzione di laminati decorativi di alta qualità. Sensibile alle tendenze e in costante rinnovamento, Polyrey lancia al Superdesign Show la nuova collezione (317 decori di cui 93 inediti e 8 nuove finiture di superficie) destinata all’arredamento d’interni, emblema delle sue capacità di combinare prestazioni tecniche e audaci obiettivi estetici.
Ilva, marchio del Gruppo IVM, presenta “Wood coating stories”: in uno scenografico allestimento di Ferruccio Laviani, l’azienda, tra i principali produttori mondiali e il più grande in Italia nelle vernici per legno, presenta inedite finiture capaci di conferire nuovi caratteri al legno. In mostra, i progetti vincitori del contest promosso con Istituto Marangoni.
Percorso tecnico-emozionale per Caimi Brevetti, 65 anni di storia e centinaia di progetti brevettati: uno spazio espositivo per presentare in modo insolito i prodotti acustici fonoassorbenti. Un susseguirsi di scenografie che vedono come protagonista le tecnologie Snowsound e Snowsound Fiber Textiles e permettono di sperimentare e attivare contestualmente i sensi della vista, del tatto e dell’udito attraverso un’esperienza reale che il visitatore può fare attraversando un tunnel acustico.
Gore-Tex presenta un’installazione tecnologica di grande impatto visivo, con protagonista la luce che, attraverso un vero e proprio light show, andrà ad esaltare una delle caratteristiche chiave del famoso materiale, la sua versatilità.
“Transparent is the new color” è il progetto di Madea Milano dove il protagonista è il metacrilato, valorizzato attraverso tecniche di lavorazione manuali e accostamenti inusuali tra materiali pregiati di manifattura italiana come marmo e legno.
Il design ecologico è al centro della ricerca di ecoBirdy: la prima collezione di mobili per bambini è prodotta esclusivamente da plastica riciclata e realizzata con piccoli pezzi colorati di giocattoli riutilizzati per creare un nuovo pezzo unico.
Anche per questa edizione, partner di Superdesign Show è Radici Contract, number one delle moquette personalizzate a richiesta, per un pavimento morbido e elegante scelto anche dai più importanti brand di moda. Per l’edizione 2018 Radici ha realizzato per i corridoi comuni la sofisticata moquette in due colori bruni a contrasto, bordeaux e turchese polveroso.
Sul suggestivo Roof di Superstudio, sede del primo orto urbano milanese e della installazione permanente Terzo Paradiso di Michelangelo Pistoletto, la collezione Fuoriformato di Target Group che presenta le nuove proposte decorative realizzate appositamente da artisti, architetti e designer su lastre in ceramica alte 3 metri.
 
SMART CITY LUNGA UN MESE
Non si può non parlare di nuovi materiali senza sviluppare anche il tema attuale delle Smart City. Sotto l’art direction dell’architetto Giulio Ceppi e patrocinata dal Comune di Milano, la seconda edizione della mostra-evento prodotta da Material ConneXion “Smart City: Materials, Technologies & People” quest’anno si espande occupando oltre 1000 mq. L’esposizione invita a riflettere sul tema della città intelligente a partire dai suoi abitanti introducendo soluzioni materiali e tecnologie applicabili ai cambiamenti più significativi nell’ambito di Advanced Building and Infrastructures, Connected City, Smart Living - Smart People, Sustainable and Circular City, Integrated Mobility, Food Policies and Urban Agriculture. La mostra inaugurerà con la Design Week e resterà in scena per un mese prolungando la sua apertura fino alla Milano Food Week di maggio, grazie alla ospitalità di Superstudio e alla partnership con Seeds&Chips, salone internazionale sulla food innovation.

 

Scopri tutti gli altri espositori su: www.superdesignshow.com/about/copia-about-superdesign-show

 


CONTATTI:
Direttore Comunicazione Superstudio Group e Ufficio Stampa Superdesign Show
Chiara Ferella Falda | designweek@superstudiopiu.com
Tel: +39 02 422501 | Fax: +39 02 475851 | Cell. +39 335 1080528
 
Ufficio Stampa Superdesign Show
Elena Pardini | designweek@superstudiopiu.com
Tel: +39 02 422501 | Fax: +39 02 475851 | Cell. +39 348 3399463

<   >

© 2008 SUPERSTUDIO GROUP SRL - P.I./C.F. 07030370154 WEBSITE CREATED BY STUDIOB16